fbpx

Questo articolo si rivolge a coloro che hanno deciso di intraprendere un viaggio che li porti lontano dalle dinamiche dei centri urbani, dinamiche fatte di smog, confusione e stress dovuti al traffico che in tutte le città puntualmente si presenta quando si va a lavoro. Oggi grazie allo smartworking, lavoro in remoto dalla propria abitazione, è possibile continuare a lavorare a distanza di sicurezza da tutto ciò che nelle grandi città può crearci disagio o complicazioni. Se stai valutando l’idea di trasferirti fuori città per abbracciare zone comunemente dette di “campagna” oggi voglio darti qualche dritta per ristrutturare la casa che magari in questo momento stai valutando di acquistare ma che non sai quanto sarà alla fine il costo e la mole di lavoro che dovrai dedicarci. Iniziamo questo approfondimento che sperò possa darti una mano in un momento importante come questo.

Agevolazioni fiscali

Lo so che in questi casi si cerca subito di immaginare come sarebbe il tuo nuovo salone con dei mobili dal sapore rustico ma dobbiamo subito partire con l’idea che prima di arrivare all’arredamento di casa dobbiamo passare per step più importanti se non fondamentali. La tua nuova casa in campagna avrà una configurazione diversa dal tuo appartamento in città quindi prima di tutto si deve subito andare a capire che tipo di impianti andare a installare per la tua nuova casa tenendo sempre conto di tutti i bonus fiscali presenti in questo momento storico.

Parliamo nello specifico del bonus ristrutturazioni, il sisma bonus e l’eco bonus. Del bonus ristrutturazioni ne avrai sicuramente già sentito parlare e magari sarà stato proprio questo a spingerti a cambiare vita. Su questo blog ne abbiamo parlato ampiamente ma per fare un riassunto di questo tipo di agevolazione fiscali ti basti sapere che attivandola hai diritto a una detrazione del 50% sulle ristrutturazioni edilizie, restauri e per risanamenti conservativi. Il sisma bonus invece fa si che tu abbia accesso a una detrazione dell’80% per lavori che vadano a creare un adeguamento antisismico per la tua abitazione. Ultimo ma non meno importante è l’eco bonus che ti permette di ottenere una detrazione del 65% per tutti i lavori di efficientamento energetico svolti nella tua casa.

Gli impianti

Il costo maggiore che andrai ad affrontare in sede di ristrutturazione saranno sicuramenti gli impianti che quasi sicuramente dovrai rifare nuovi. Non disperarti ma prendila come un’occasione; avrai la possibilità di installare dei sistemi all’avanguardia che andranno a contribuire al tuo comfort e alla tua qualità di vita e tutto questo con le tantissime agevolazioni del caso di cui abbiamo parlato qui sopra. Potrai scegliere se installare un sistema di riscaldamento a pavimento e magari unirlo ad uno per il raffrescamento. Il tutto potrebbe essere unito in sinergia con un sistema fotovoltaico che andrebbe a scaldare le varie tubature dei tuoi sistemi per permetterti di avere un riscaldamento omogeno dentro la tua abitazione.

Oltre agli impianti di riscaldamento e di raffrescamento sicuramente un’altra spesa importante sarà rappresentata dal nuovo impianto elettrico, fondamentale oggi per avere tutte le comodità che offrono le soluzioni domotiche di questi tempi. Successivamente ci sarà da capire se anche gli impianti idrici siano in condizioni ottimali o se invece c’è bisogno anche li di un intervento di ristrutturazione. Altra cosa molto importante è sicuramente l’isolamento termico di tutto l’appartamento, fondamentale nel momento in cui si vadano a installare sistemi di riscaldamento di un certo tipo affinchè non ci sia dispersione di calore.

Se in questo momento ti stai chiedendo anche quale sia il costo di questi interventi sappi che noi ci occupiamo proprio di questo tipo di interventi e che puoi contattarci per chiedere un preventivo e farti già da subito un’idea sui costi che andrai ad affrontare.